top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreGiulia M.

Tenerife, il meraviglioso connubio tra mare e montagna delle Isole Canarie


Masca, Tenerife

Ormai l'avete capito, sono una grande amante delle Canarie e, a questo punto, oserei dire anche esperta (in basso, alla fine del post, trovate gli articoli su Gran Canaria, Lanzarote e Fuerteventura).

Tenerife era l'ultima tra le grandi isole a mancarmi (sì, le prossime saranno La Gomera, La Palma e El Hierro - molto presto!). Così - quando la mia amica australiana Sophie (<3) mi ha chiesto di trascorrere qualche giorno insieme, lavorando da remoto qui in Europa - mi è subito venuta in mente questa isola. Non vedevo Sophie da moltissimi anni, per me è stata un'occasione incredibile per passare dei giorni meravigliosi con lei, esplorare Tenerife e rilassarci sulle sue meravigliose spiagge. Grazie Soph per la compagnia, see you very soon!


E ora, veniamo al dunque.


Diversamente da come fatto per alcuni post precedenti, ho deciso stavolta di dividere tutte le tappe fatte e i posti visitati in modo leggermente diverso; ho voluto anche aggiungere alcune delle attività che abbiamo fatto durante la nostra vacanza e qualche ristorante vegetariano (o con opzioni vegetariane) che ci è piaciuto davvero molto (trovate la mappa completa a fine articolo o cliccando qui).



Prima però, e chi è un habitué del sito lo sa, vi lascio qui di seguito un piccolo spoiler dei 5 posti che, secondo me, vale davvero la pena visitare.


  1. Monte Teide: se c'è UNA cosa che bisogna ASSOLUTAMENTE fare a Tenerife è una gita sul Monte Teide. Il Teide è la montagna più alta di Spagna e il terzo vulcano più alto del mondo; che siate amanti del trekking o no, non potete perdervi questi paesaggi lunari!

  2. Masca: un altro posto che non si può assolutamente perdere è Masca; una piccolissima località incastrata nelle gole più interne dell'isola, da cui è possibile godere di un paesaggio incredibile, dove le montagne rocciose e imponenti incontrano il blu dell'oceano

  3. Playa la Tejita: poco lontana dall'Aeroporto Sud, c'è una piccola spiaggia naturista nascosta ai piedi di un'imponente montagna, dove poter approfittare per rilassarsi e fare un bagno in tutta libertà

  4. Playa las Teresitas: una distesa di sabbia doratissima, con molti bar e lidi lungo tutta la sua area. Ha alle spalle delle grandi montagne rocciose che si buttano a picco direttamente sulla spiaggia e, per questo, risulta molto suggestiva

  5. Piscine naturali di Garachico: dei laghetti dai colori turchesi, creatisi da insenature delle rocce vulcaniche che, con un po' di aiuto umano, sono diventate delle bellissime piscine dove è possibile tuffarsi e nuotare


DOVE ABBIAMO ALLOGGIATO: LAS ERAS E LOS CRISTIANOS


Las Eras

Come base per i nostri primi giorni di remote working, abbiamo scelto un piccolo villaggio di pescatori sulla costa est dell'isola, Las Eras. Il nostro intento era quello di goderci Tenerife nella sua anima più autentica e, posso confermare, che non avremmo potuto scegliere posto migliore. Las Eras è una piccolissima località, abbastanza lontana dai centri più popolati dell'Isola - che si trovano a mezz'ora di macchina o verso nord (Santa Cruz) o verso sud (Los Cristianos), dove vi sono un piccolo market, un bar e due ristorantini. Abbiamo trovato il nostro appartamento su Airbnb (a questo link), una tipica casa incastrata nella roccia, bianca e blu (come molte case locali delle Isole Canarie), che si affacciava con un piccolo patio direttamente sul mare. La casa era vicinissima alla spiaggia di Las Eras, una distesa di pietre e sabbia nere, a quanto pare molto famosa per le immersioni. Da questo paesino è stato molto facile muoversi sull'isola tra nord e sud, sia durante le nostre gite diurne, che la sera quando volevamo uscire a mangiare qualcosa nei luoghi un po' più movimentati. Poco a sud di Las Eras, si trova El Médano, una cittadina abbastanza turistica, piena di locali e negozi molto carini. Ci siamo ritrovate spesso a dirigerci qui per bere / mangiare qualcosa dopo una giornata di lavoro.


Los Cristianos

Per i nostri ultimi giorni, abbiamo scelto di spostarci verso una zona un po' più turistica, la Costa Adeje; più nello specifico a Los Cristianos. Questa posizione ci ha permesso di esplorare più facilmente alcune delle spiagge di cui vi parlerò un po' più giù ed è stata un'ottima occasione per vivere una parte completamente diversa dell'isola, molto più popolare e organizzata. La casa l'ha prenotata Sophie e aveva una vista della città dall'alto bellissima! Vi lascio il link di Booking qui.


LE SPIAGGE PIÙ BELLE DI TENERIFE: LA TEJITA, LAS TERESITAS, PLAYA DEL DUQUE, PISCINE NATURALI DI GARACHICO


La Tejita

La Tejita è stata la prima spiaggia che ho visitato (parlo al singolare perché Sophie mi ha raggiunta sull'isola la sera del giorno successivo), letteralmente 30 minuti dopo essere atterrata. Si trova a soli 10 minuti di macchina dall'Aeroporto Sud, svrastata dalla maestosa Montaña Roja. Ci si arriva molto facilmente e proprio lì accanto c'è un parcheggio spazioso dove poter tranquillamente lasciare la macchina (per me particolare molto importante, dato che - chi mi conosce lo sa - le manovre di parcheggio non sono tra le mie migliori abilità); appena arrivata la spiaggia non mi era sembrata un gran che in realtà, il paesaggio attorno era molto "industriale" e quasi abbandonato. Dopo aver camminato per un po', però, ed essermi diretta verso la montagna, ho trovato un piccolo ponte di legno che portava ad una piccola spiaggia molto più appartata e ricavata da un insenatura tra le rocce. Ho scoperto poco dopo che si trattava in realtà di una spiaggia naturista, dove poter approfittare per rilassarsi e fare il bagno in tutta libertà. Capisco che non sia una cosa da tutti, ma, se vi piace il mood - dovete assolutamente visitarla!

Las Teresitas

La spiaggia di Las Teresitas si trova dopo Santa Cruz, a nord di Tenerife. Ne ho approfittato per visitarla il giorno in cui è arrivata Sophie, che atterrava nell'Aeroporto Nord - poco distante da quella spiaggia. Il mood è decisamente diverso da quello de La Tejita ma, insieme a quest'ultima, sono state sicuramente le spiagge più belle visitate. Las Teresitas è una distesa di sabbia doratissima, con molti bar e lidi lungo tutta la sua area. Ha alle spalle delle grandi montagne rocciose che si buttano a picco direttamente sulla spiaggia e, per questo, risulta molto suggestiva. Quel giorno c'era un vento pazzesco, non so se sia una cosa comune in quella zona, ma - nel caso decideste di andare - magari date un'occhiata al meteo (io di solito uso questo sito) e regolatevi di conseguenza.


Playa del Duque

La spiaggia del Duque è sicuramente la più - passatemi il termine - fighetta e turistica dell'isola. Si trova poco distante da Los Cristianos e molto vicina a hotel di lusso, centri commerciali e ristoranti stellati. Lo stile lo si riconosce immediatamente dalle persone che la frequentano, quelli che a me piace chiamare (bonariamente) i turisti comodi. Coloro, cioè, che vogliono fare una vacanza tranquilla, senza faticare troppo e avendo tutte le comodità a portata di mano. Nonostante la nostra visione di vacanza così lontana dalla loro, io e Sophie ci siamo trovate subito a nostro agio. L'acqua era meravigliosa e anche il bar sulla spiaggia ci ha servito un cibo davvero delizioso, insieme a dei centrifugati di frutta freschissima. Se non vado errata, a Sophie è piaciuta talmente tanto che il giorno successivo, dopo la mia partenza, ci è anche tornata!


Piscine naturali di El Caletón (Garachico)

Le piscine naturali di El Caletón (a Garachico) sono, devo ammetterlo, un po' ostiche da raggiungere. Si trovano sulla costa ovest dell'Isola, a mezz'ora di macchina a sud da Puerto de la Cruz; per arrivarci si passa attraverso piccole strade e in mezzo a paesini molto caratteristici. Se passate da San Juan de la Rambla, fermatevi nel Bar Restaurante EL Saucito, lungo la strada: da fuori non gli dareste un centesimo, ma ha una terrazza enorme dove potete chiedere di salire per ammirare tutto il paesaggio! Tornando alle piscine naturali, possiamo dire che la strada un po' scomoda vale assolutamente la pena. Appena arrivati vi troverete davanti a questi laghetti dai colori turchesi, creatisi da insenature di rocce vulcaniche che, con un po' di aiuto umano, sono diventate delle bellissime piscine dove è possibile tuffarsi e nuotare.


L'INTERNO DELL'ISOLA: SAN CRISTOBAL DE LA LAGUNA, MONTE TEIDE E GITA TRA I VIGNETI E MASCA


San Cristóbal de La Laguna

San Cristóbal de La Laguna è la città più grande di Tenerife, dichiarata Patrimonio dell'Unesco nel 1999. Si trova a soli 10km da Santa Cruz (e quindi anche molto vicino all'Aeroporto Nord) ed è un'ottima meta se si vuole fare una passeggiata tra strade caratteristiche, siti storici e musei.


Monte Teide e gita tra i vigneti

Ecco, se c'è UNA cosa che bisogna ASSOLUTAMENTE fare a Tenerife è una gita sul Monte Teide. Il Teide, a 3.718m di altezza, è la montagna più alta di Spagna e il terzo vulcano più alto del mondo [dopo il Mauna Loa (4.169 m) e il Mauna Kea (4.207 m) nelle Hawaii - fonte], insomma - una bella premessa!

Per salire sulla cima del vulcano esistono due modi: 1) a piedi, lungo un sentiero che dura circa 4 ore e per il quale serve un'autorizzazione molto difficile da ottenere (è sempre tutto prenotato, anche se si guarda settimane in anticipo), oppure 2) utilizzando la Funivia (biglietti prenotabili qui).

Ovviamente noi siamo state un po' sfortunate e, non avendo trovato posto per salire a piedi, abbiamo prenotato il biglietto per la funivia. Quel giorno, come sembra accada abbastanza spesso, la funivia era bloccata a causa del vento. Quindi non ci è stato possibile salire fino alla vetta. Ad ogni modo, la partenza della funivia si trovava ad un'altezza considerevole (circa 2.300m), questo ci ha comunque permesso di visitare la zona vulcanica e seguire alcuni percorsi molto suggestivi. Basta chiedere informazioni alle guide e vi spiegheranno tutto!


Riscendendo dal Teide, ci è venuta la meravigliosa idea di cercare una qualche azienda vinicola locale, trovandoci in quel momento nella zona delle vigne di Tenerife, per fermarci a bere un bicchiere di vino fresco. Ci siamo imbattute, quindi, in questa bellissima azienda ecologica Alma de Trevejos, dove abbiamo assaggiato il mojo più buono della vacanza. E, fidatevi, ne abbiamo assaggiati davvero davvero tanti!

Masca

Un altro posto che non si può assolutamente perdere durante una vacanza a Tenerife è Masca; una piccolissima località incastrata nelle gole più interne dell'isola, da cui è possibile godere di un paesaggio incredibile, dove le montagne rocciose e imponenti incontrano l'oceano. La strada per raggiungere questo posto è davvero insidiosa, e non lo dico solo io che non sono bravissima alla guida. Abbiamo faticato molto, sia noi che la povera macchina a noleggio. Proprio per questo però, Masca ha mantenuto un certo fascino ed è meta di turisti praticamente tutto l'anno. Ci sono diversi ristoranti dove potersi fermare, ammirare il panorama e mangiare qualcosa di locale.

Se per arrivare a Masca passate per la costa ovest (noi venivamo da Garachico), non perdetevi la vista dal Mirador Altos del Baracán!


COSA FARE A TENERIFE: SURF E YOGA IN EL MÉDANO

Nelle nostre giornate libere, ci siamo volute dilettare in qualche lezione di surf e yoga. Abbiamo trovato una scuola che ci dava la possibilità di acquistare un pacchetto con entrambe le attività e non ce la siamo lasciata sfuggire. La scuola si chiama Ori Surf a El Médano (potete prenotare le lezioni direttamente online); noi abbiamo svolto quella di surf nel weekend e fatto quella di yoga durante la settimana, subito dopo lavoro. Entrambe le lezioni sono state molto belle, fare yoga direttamente sulla spiaggia, avendo come sfondo la Montaña Roja (la vedete, lì sullo sfondo dell'ultima foto?) è stata un'esperienza incredibile.


DOVE MANGIARE A TENERIFE

Sophie è vegetariana praticamente da sempre e io, invece, non mangio carne da un paio d'anni. Durante la vacanza siamo volute andare alla ricerca dei migliori ristoranti vegetariani / con opzioni vegetariane migliori dell'isola. Vi lascio di seguito quelli che ci sono sicuramente piaciuti di più.

Questo l'ho provato da sola, ma sicuramente tra i miei preferiti di tutta la vacanza. Purtroppo ha degli orari un po' particolari ed è chiuso a cena (controllate su Google prima di andare!), ma ne vale davvero la pena. I titolari mi hanno spiegato che, realizzando tutto loro, necessitano di più tempo per le varie preparazioni, per questo aprono solo 4/5 giorni a settimana. Il loro tempeh marinato è spaziale!


Un piccolo laboratorio vegano quasi nel centro di El Médano (fa rima, non l'ho fatto di proposito, giuro!), con pochissimi coperti ma con dei piatti davvero gustosissimi. Siamo rimaste super contente sia del piatto principale che dei dolci.


Un altro ristorante in quel di El Médano (avevo anticipato che questa cittadina per noi è stata un po' il punto di riferimento di uscite varie post-lavoro). Questa volta di cucina marocchina, non esclusivamente veg ma con una bella opzione di piatto unico vegetariano a circa 20€, che io e Sophie abbiamo diviso - era enorme!


Questo ristorante messicano non sembra avere recensioni eccellenti su TripAdvisor, forse siamo state noi ad essere particolarmente fortunate. Ma a noi è piaciuto molto, specialmente i loro Margarita alla fragola ( Y U M !) e le loro fajitas vegetariane.

Chi mi conosce sa che la cucina indiana (subito dopo la thailandese) è la mia seconda cucina prefe di sempre. Dovunque io vada, cerco sempre di provare un ristorante indiano. E questo gente, questo è il miglior ristorante indiano che io abbia mai provato, e lo affermo con

convinzione. Forse, se un giorno avrò la fortuna di visitare l'India, avrò modo di ricredermi. Ma per ora, questo è il mio verdetto. Personale incredibilmente gentile e cibo da 10/10 (non a caso ha 5 stelle su TripAdvisor, una delle poche volte in cui vedo un ristorante con così tante recensioni avere una media così alta). Cosa ancora più bella, l'estrema attenzione alle scelte vegetariane e vegane. C'era una sezione dedicata, con possibilità di convertire tutti i piatti in vegetariani, sostituendo proteine animali con scelte a base di soia.



Vi lascio la mappa di tutti i posti che ci eravamo segnate; non tutti siamo riuscite a visitarli, ma magari possono esservi utili :)


Ringraziamenti: un grazie infinito per la compagnia alla mia buddy dal 2016, fantastica compagna di viaggi, di avventure e di cibo. Su instagram @sofartravel, e il suo incredibile blog lo trovate qua: www.sofartravels.com

Ci vediamo a Bali <3


*fettuccine power*



XX,


Giulia


143 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page