top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreGiulia M.

Sicilia nord-occidentale: tra tramonti magici, cibo squisito e mare incredibile


*Per la serie: meglio tardi che mai*


La Sicilia ha sempre occupato uno spazio speciale nel mio cuore. Quando ero più piccola, io e la mia famiglia andavamo tutte le estati nella nostra casa vicino Marsala per stare insieme ai nostri carissimi parenti (che saluto con un caloroso abbraccio, nel caso stessero leggendo questo articolo) e per godere del meraviglioso mare.

Quest'anno io e le mie amiche Roberta e Sabrina abbiamo deciso di prenderci una settimana di relax a settembre e visitare la Sicilia nord-occidentale.

Per me è stata una sorta di ricarica prima dell'inizio della mia nuova avventura lavorativa!


Dopo aver pianificato tutte le tappe, abbiamo messo giù una lista di posti che avremmo voluto assolutamente visitare (trovate la mappa completa con tutte le tappe a fine articolo):


Da brave buone forchette ci siamo permesse di passare in rassegna tutti i ristoranti in cui siamo state durante la nostra meravigliosa vacanza. Potete trovare il recap qui - o più giù nell'articolo!


MARSALA E DINTORNI

Marsala è stata la nostra base per i primi quattro giorni di esplorazione. Abbiamo optato per un carinissimo Airbnb - Casa Vacanze "ANTICO CASALE" - in una zona leggermente periferica della cittadina, molto tranquillo e accogliente e a solo 1km di distanza dalle Saline e dallo Stagnone.


Spiaggia di San Teodoro e Lido Signorino

Nella zona di Marsala ci sono diverse spiagge che vale la pena visitare. La Spiaggia di San Teodoro (a sinistra) e Lido Signorino (a destra) sono due delle mie preferite. Acque cristalline e colori davvero spettacolari. La prima spiaggia decisamente da visitare nei giorni di vento assente o da sud (specialmente Scirocco) - noi l'abbiamo visitata in un giorno in cui il vento soffiava da nord e non era al massimo del suo splendore. Mentre la seconda, più riparata, è adatta anche nei giorni in cui il vento è un po' più forte.


Saline di Marsala

Probabilmente uno dei posti più fotografati e famosi in zona. Si chiamano più precisamente Saline della Laguna e si trovano tra Trapani e Marsala, molto più vicine a quest'ultima però. Sono parte della Riserva Naturale Orientata dello Stagnone - una riserva naturale dall'origine Fenicia - tutt'oggi ancora funzionanti, seppur le tecniche di produzione / lavorazione siano chiaramente cambiate nel tempo, è possibile visitarne anche le vasche e il mulino.

Dalle Saline partono i traghetti (5€ a/r) verso l'antica Isola di Mothia (Mozia oggi), un piccolo fazzoletto di terra ricco di natura rigogliosa e reperti archeologici che vale davvero la pena visitare.

La zona delle saline è molto famosa anche per lo splendido tramonto che si riesce ad ammirare. Ad ogni modo, il bar che si trova subito vicino al mulino - Mamma Caura - è sempre pieno e il loro aperitivo non è dei migliori. Se volete ammirare il tramonto in un contesto decisamente più tranquillo e, forse, anche più suggestivo, continuate a leggere :)


Aperitivo al tramonto

L'area dello Stagnone è molto famosa anche per essere una delle zone migliori in cui fare Kitesurf sull'isola. Leggermente "nascosta" dagli occhi dei turisti, sulla strada per la Spiaggia di San Teodoro c'è una via sterrata che porta direttamente alla zona in cui si pratica Kitesurf (qui le indicazioni). Oltre ad esserci diverse scuole di Kite, vi sono anche due locali davvero molto carini in cui è possibile fare aperitivo e godere del meraviglioso tramonto in tutta tranquillità.


Dove mangiare a Marsala

Se dopo una passeggiata rilassante per il centro di Marsala, cercate un posto dove mangiare bene e non spendere una cifra spropositata (rispetto alla qualità del cibo), vi consigliamo vivamente di prenotare un tavolo da Taverna Quarant8. Le loro busiate sono F-E-N-O-M-E-N-A-L-I e il servizio è impeccabile. Noi ne siamo rimaste davvero entusiaste!


Qualche consiglio in più:

  • Colazione da Saro: Se siete in zona Saline / Marsala non potete perdervi la famosa colazione da Saro - qui potrete assaggiare tutte le prelibatezze locali!

  • Giufà per acquistare prodotti tipici: non lontano da Saro, c'è una piccola bottega siciliana (gestita da alcuni dei miei cugini siciliani) in cui potrete acquistare prodotti siciliani autentici - cibo, ceramica, gioielleria


ISOLE EGADI

Ovviamente, una volta in Sicilia, non potevamo perderci le Isole Egadi! Sono stata più volte in passato a Favignana ma (shame on me, lo so!) mai a Levanzo, che si è rivelata un'incantevole sorpresa.

Non avendo molto tempo, abbiamo deciso di prenotare una minicrociera al costo di 45€ a persona. Siamo partiti da Marsala alle 9 del mattino, abbiamo fatto tappa a Favignana, poi Levanzo, per poi rientrare verso le 5 del pomeriggio (il pranzo è a bordo!).

Favignana

Favignana sempre meravigliosa, nonostante quel giorno ci fosse un po' di vento. Essendoci calette incantevoli da poter vedere lungo tutta l'isola, è sempre possibile fare il bagno in almeno una di esse (noi ci siamo fermati a Cala Azzurra - che quel giorno era la più riparata dal vento da nord).

Il tour prevedeva anche una sosta sull'isola di circa due ore, prima del pranzo. Ne abbiamo approfittato quindi per fare un giro di perlustrazione, fare un bagno e rilassarci bevendo un drink in uno dei chioschi sulla spiaggia, che si trovano vicino al porto.


Durante il nostro stop a Favignana, abbiamo anche approfittato per fare un bagno e rilassarci un po' sulla Spiaggia Praia, a poco più di 5 minuti a piedi dal porto.

Purtroppo abbiamo trovato sulla spiaggia e in acqua tantissimi rifiuti. Probabilmente complice il forte vento dei giorni precedenti. La quantità di plastica (buste, contenitori usa e getta, bottigliette...) era incredibile. La plastica ha un tempo di decomposizione nell’ambiente che va dai 20 ai 500 anni - una bottiglietta di plastica, ad esempio, ce ne mette 450 (fonte)! Questi rifiuti dispersi nel mare hanno chiaramente un impatto devastante sulla flora e la fauna marina. Così abbiamo deciso di prendere una busta e iniziare a raccoglierla. In un primo momento eravamo le uniche, poi piano piano si sono unite tante altre persone e in poco più di 15/20 minuti la spiaggia era ripulita da quasi tutti i rifiuti.

A volte ci vuole davvero poco per fare la differenza. Il cambiamento viene da tanti piccoli gesti, chi ci dice che siamo del tutto impotenti davanti all’inquinamento globale e al cambiamento climatico si sbaglia di grosso!


Levanzo

*Sì, ho un pezzetto di pesto alla trapanese tra i denti. La foto era troppo bella per non essere pubblicata. Il pesto era troppo buono per non essere omaggiato in questo articolo*


In 15 anni di vacanze in Sicilia non ero mai stata a Levanzo (o almeno non che io ne abbia memoria). Cosa mi sono persa! Sono rimasta davvero incantata da questa isola che, in qualche modo mi fa pensare ad un isolotto sperduto nel Mar Egeo, pieno di pescatori e piccoli locali poco turistici. Sicuramente meno affollata di Favignana ma, per certi aspetti, decisamente più bella e più selvaggia.


ERICE

A circa 750 metri di altezza, proprio sopra la città di Trapani, sorge un piccolo paesino medievale - Erice, arroccato sul monte San Giuliano e riconoscibile di notte per le sue inconfondibili lucine.

Spesso immerso in una romantica foschia è un borgo molto caratteristico, ricco di negozietti e ristoranti tipici. Il modo più semplice e più suggestivo per arrivarci è tramite funivia (circa 10€ a/r), parcheggiando l'auto proprio alle pendici del monte; dalla funivia si può ammirare un paesaggio meraviglioso che comprende le Isole Egadi, lo Stagnone, le Saline e Trapani.

Se volete mangiare un buon piatto di busiate, vi consigliamo La Pentolaccia.


SAN VITO LO CAPO, RISERVA DELLO ZINGARO E SCOPELLO

Come seconda base per l'esplorazione di San Vito e dintorni abbiamo scelto questa casa su booking, ottimo rapporto qualità prezzo e posizione centralissima. Proprietarie (Nonna Vincenza e la figlia) davvero molto ospitali.


Macari

Sulla strada per San Vito, circa 5km prima, si trovano una serie di incantevoli baie / calette, che fanno parte del Golfo di Macari. Una zona tranquilla, immersa nella natura e ancora abbastanza (e fortunatamente) incontaminata. Tra queste ci sono sicuramente alcune tra le spiagge più belle della costa occidentale della Sicilia.

Noi ci siamo fermate a Baia Santa Margherita, tra Macari e Castelluccio e con il monte Cofano sullo sfondo. Si può raggiungere tranquillamente in macchina, vi è un parcheggio molto vicino.

Un altro posto che vale sicuramente la pena visitare è Cala del Bue Marino, caratterizzata da piccoli ciottoli bianchi e particolarmente affascinante al tramonto.


San Vito Lo Capo

San Vito Lo Capo non ha di certo bisogno di presentazioni. Questo piccolo villaggio si affaccia su una baia abbastanza riparata dal vento ed è dominato dal Monte Monaco. Super famoso per il mare quasi caraibico (anche se le spiagge di Macari non hanno nulla da invidiare!) e per i tanti ristoranti presenti nelle viuzze centrali. Due da menzionare assolutamente: Profumi di Cous Cous - forse il ristorante più famoso di San Vito, premiato con una stella Michelin, è il posto in cui fare una vera esperienza culinaria e assaggiare diversi tipi di cous cous (dal più tradizionale al più ricercato); Inka Wasi - ristorante peruviano davvero ottimo, a prezzi onesti e con un personale molto cordiale, raccomandato se per una sera avete voglia di provare qualcosa di diverso.


Giro in barca: Riserva dello Zingaro e Faraglioni di Scopello

Da San Vito è possibile prenotare un'escursione verso la Riserva dello Zingaro e Scopello, che è il modo più veloce per vedere tutto ciò che di meraviglioso questa zona ha da offrire. Noi abbiamo prenotato il nostro giro con Gaetano e ne siamo rimaste davvero contente! Le partenze sono circa alle nove del mattino o alle due del pomeriggio, è compreso un buonissimo pane cunzato (super yummy!) e sono previste due / tre soste per fare il bagno, l'ultima proprio accanto ai Faraglioni di Scopello.


CASTELLAMMARE DEL GOLFO

Tornando verso Palermo, abbiamo deciso di fermarci a Castellammare del Golfo. Idea che non si è rivelata poi essere la migliore del mondo, in quanto abbiamo beccato un acquazzone incredibile che ci ha bloccate esattamente in questo (meraviglioso, per carità) scorcio per mezz'ora. Il paesino è davvero molto carino e meriterebbe una visita in condizioni climatiche più "normali".


MONREALE

Un acquazzone e una gomma bucata dopo, prima di arrivare a destinazione (Palermo), abbiamo deciso di fare un secondo stop in quel di Monreale, per ammirare la bellezza del Duomo di Monreale, o Basilica di Santa Maria La Nuova, e per godere della fantastica vista dall'alto di Palermo. Da ottobre in poi si può assaggiare "il miglior iris fritto di Monreale" (citazione di un Monrealese, da prendere alla lettera dunque) in un piccolo locale non lontano dal Duomo chiamato Ice Cream Shop.


PALERMO

Abbiamo deciso di passare l'ultimo giorno di vacanza a Palermo tra una passeggiata e uno sfincione di troppo.

La nostra base per quest'ultima notte è stata una casa molto carina, in una posizione incredibilmente centrale - all'ingresso del quartiere Vucciria e con un affaccio diretto su Piazza San Domenico.

Abbiamo visitato Piazza Quattro Canti, Piazza della Vergogna - o Piazza Pretoria - e Teatro Massimo (un grazie ad Andrea, se stai leggendo questo articolo sappi che abbiamo seguito i tuoi consigli quasi alla lettera!).

Tramite The Fork poi abbiamo trovato un ottimo ristorante poco lontano dal nostro appartamento a prezzi davvero contenuti, si chiama Il Pipino Rosso.



Showdown Ristoranti

MARSALA

Taverna 48

Menù: 10

Location: 8

Servizio: 10

Conto: 9

Media: 9.25


ERICE

La Pentolaccia

Menù: 8

Location: 7

Servizio: 8

Conto: 7

Media: 7.5


SAN VITO LO CAPO

Inka Wasi

Menù: 10

Location: 7

Servizio: 9

Conto: 8

Media: 8.5


SushiSoru by Delfino

Menù: 7

Location: 9

Servizio: 7

Conto: 6

Media: 7.25


Profumo di Cous Cous

Menù: 7

Location: 10

Servizio: 10

Conto: 8

Media: 8.45


PALERMO

Il Pipino Rosso

Menù: 9

Location: 8

Servizio: 8

Conto: 10

Media: 8.75



E qui la mappa con tutte le tappe fatte!


 

Un grazie immenso alle mie compagne di viaggio, amiche fantastiche e grandissime sopportatrici di lamentele - vvb ❤


Photo Credits: Roberta (IG: @robioosh) e Sabrina (IG: @brinuprenci)




Xx


Giulia

222 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

2件のコメント


Antonio Ranieri
Antonio Ranieri
2021年9月30日

Complimenti per la bellissima descrizione,dettagliata e per le foto. Questo bel racconto sarà certamente uno spunto per un futuro viaggio in Sicilia con il van già dal prossimo anno. Brava! Ciao da Antonio (di Bologna) collega di manma Susy!

いいね!
Giulia M.
Giulia M.
2021年9月30日
返信先

Ciao Antonio, grazie mille!

Sono molto contenta che l'articolo ti sia piaciuto e che possa ispirare viaggi futuri.

Per me è questo l'importante, far arrivare la bellezza di questi posti anche a chi (ancora) non li ha visitati - o far vedere posti già visti con occhi diversi.

Un caloroso saluto :)


Giulia


いいね!
bottom of page